Vascular Age Calculation

“LA LONGEVITÀ È UNA QUESTIONE DI VASI SANGUIGNI –
UN UOMO È VECCHIO QUANTO LE SUE ARTERIE”
THOMAS SYDENHAM, MEDICO DEL XVII SECOLO.


La App “Età Vascolare” utilizza un algoritmo messo a punto con SCORE per calcolare l’Età Vascolare e il rischio di un evento fatale nei 10 anni successivi. Il progetto Systematic COronary Risk Evaluation (SCORE) ha formulato una metodologia di stima del rischio cardiovascolare che è stato adottato dalle Linee Guida congiunte delle Società Europee di Cardiologia e Ipertensione sulla prevenzione cardiovascolare. La metodologia SCORE ha il vantaggio di essere basata su studi epidemiologici europei.

appphoto

L’Età Vascolare

L’App “Età Vascolare”

L’Età Vascolare

Che cos’è

L’Età Vascolare indica di quanto i vasi di un dato individuo vengano invecchiati dalla presenza ed entità dei principali fattori di rischio cardiovascolare. Vari studi dimostrano che l’Età Vascolare di un paziente con fattori di rischio cardiovascolare può essere ben più alta di quella anagrafica (si veda questo articolo in J. of Preventive Cardiology). Ad esempio, mentre un uomo di 59 anni, non fumatore, con pressione sistolica 133mmHg e colesterolo totale 178mg/dl, ha un’Età Vascolare di 61 anni, un fumatore con la stessa età anagrafica ma con pressione sistolica 166mmHg e colesterolo totale 236mg/dl presenta un’Età Vascolare di ben 83 anni (vedi figura sotto).

figura1

Perché è importante

La stima dell’Età Vascolare può rappresentare un nuovo target terapeutico, che parte dalle stesse basi epidemiologico-statistiche della percentuale di rischio cardiovascolare delle Linee Guida, ma che risulta meno astratto e più “palpabile”. Comunicare ad un paziente che l’età dei suoi vasi è superiore di 10-15 anni all’età anagrafica potrebbe aiutare a motivare maggiormente il paziente a modificare i propri stili di vita e ad aderire alle indicazioni terapeutiche, fornendo un dato più concreto e con un impatto psicologico completamente diverso.

Come si calcola

Ci sono vari studi relativi al calcolo dell’Età Vascolare dei pazienti, che si basano su diversi modelli di rischio. Tra quelli più conosciuti:

  1. SCORE
  2. Framingham
  3. MESA

Esistono inoltre altre modalità di calcolo del rischio cardiovascolare, che si basano sul Framingham e che, però, non prevedono il calcolo dell’Età Vascolare. Di seguito vengono dettagliati i modelli citati sopra.

SCORE

SCORE è uno studio Europeo sviluppato dalle Task Force europee congiunte per la Prevenzione Cardiovascolare, basandosi su più di 200.000 pazienti provenienti da database di 12 studi di coorti europee, e che tiene conto delle statistiche sulla mortalità dei singoli Paesi (vedi articolo in European Heart Journal). I Paesi europei includono Paesi ad alto (Finlandia, Russia, Norvegia, Gran Bretagna, Danimarca, Svezia, Germania) e a basso (Belgio, Italia, Francia e Spagna) rischio cardiovascolare, dando luogo a due diverse scale di rischio, sulla base delle quali si calcola l’Età Vascolare (vedi riferimenti bibliografici). Lo studio SCORE parte dall’esigenza di avere dati europei e non derivanti da pazienti statunitensi, soprattutto in Paesi come l’Italia, con rischio cardiovascolare ridotto rispetto agli Stati Uniti. A differenza dello studio americano, il rischio SCORE preso in considerazione è quello di sviluppare un evento fatale entro 10 anni, tenendo conto del rischio specifico delle singole popolazioni europee. L’Età Vascolare è calcolata con il sistema SCORE attraverso l’uso di pochi dati, facilmente ottenibili (età, sesso, fumo, pressione sistolica, colesterolo totale). Malgrado i dati richiesti siano pochi, il risultato ottenuto è attendibile quanto quello ottenuto aggiungendo altri parametri, ad esempio il colesterolo HDL. Il cacolo dell’Età Vascolare si può utilizzare anche per i diabeti, pur non essendo necessario inserire questo parametro. In sintesi, il modello SCORE è particolarmente rilevante in un contesto di prevenzione primaria.

Framingham

Framingham è uno studio americano che calcola l’Età Vascolare basandosi sul rischio di sviluppare un evento cardiovascolare entro 10 anni (vedi articolo in J. of American Heart Association). Questo modello è stato ottenuto impiegando pazienti statunitensi, prendendo in considerazione diversi fattori di rischio cardiovascolare (età, sesso, fumo, diabete, pressione sistolica, terapia antipertensiva, colesterolo totale e colesterolo HDL; alternativamente al colesterolo si può usare l’indice di massa corporea). Questo studio ha il merito di definire per la prima volta il concetto di Età Vascolare. D’altra parte, il modello è stato elaborato su una popolazione di partenza molto diversa da quella europea e richiede di conoscere un numero abbastanza elevato di dati di partenza. Inoltre non si fa riferimento alla probabilità di avere eventi fatali ma solo eventi cardiovascolari (infarto, ictus, angina…)

MESA

MESA è il sistema si basa sul punteggio di Agatston, che tiene conto della misura delle calcificazioni nelle coronarie, partendo quindi da una misurazione strumentale. Dal punto di vista clinico fa riferimento a dati ottenuti dal “Multi-Ethnic Study of Atherosclerosis” (vedi articolo in American Journal of Epidemiology) basati su diversi gruppi etnici degli Stati Uniti e quindi difficilmente trasponi bile all’Europa. Oltre a richiedere parametri strumentali, sono opzionali parametri come l’età, il sesso, il colesterolo totale e HDL, la pressione sistolica, il fumo e l’uso di antipertensivi.

Quale metodologia è adatta per l’Italia

L’Italia, per alimentazione e stile di vita, è considerata un paese a basso rischio cardiovascolare. Per questo motivo è importante che il calcolo dell’Età Vascolare impieghi dati epidemiologici e di mortalità ottenuti da studi europei per paesi a basso rischio come lo SCORE. Studi svolti dall’Istituto Superiore di Sanità (si veda articolo in J. of Preventive Cardiology) hanno dimostrato che SCORE riflette accuratamente la mortalità cardiovascolare italiana, in maniera confrontabile con lo studio di coorti di pazienti italiani.

L’App “Età Vascolare”

Che cosa fa: l’App “Età Vascolare” rappresenta la prima App disponibile per calcolare l’Età Vascolare utilizzando il sistema europeo SCORE. La sua semplicità aiuta i Medici nel calcolare l’Età Vascolare inserendo un numero limitato di parametri clinici in pochi secondi. La finalità è comunicare a un paziente che l’età dei suoi vasi può essere superiore anche di 10-15 anni all’età anagrafica e quindi aiutare a motivare maggiormente il paziente a modificare i propri stili di vita.

Come è stata sviluppata

L’App è stata sviluppata nell’ambito del Progetto “Sviluppo e validazione di una App medica per il calcolo dell’Età Vascolare” finanziato attraverso il Bando 2014-2015 per Ricerca della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, che ha coinvolto il Dipartimento di Patologia Chirurgica, Medica, Molecolare e dell’Area Critica dell’Università di Pisa e l’Unità di Ricerca Sysma (System Secure Modelling and Analysis) dell’IMT Alti Studi di Lucca.

Come si leggono i risultati

La App dà come risultato l’Età Vascolare e il rischio di un evento cardiovascolare “fatale” nei 10 anni successivi.

Per chi è stata pensata

Questa App è utilizzabile sia da Medici di Medicina Generale che da Specialisti coinvolti nella Medicina Preventiva Cardiovascolare, inserendo pochi parametri clinici. È rivolta solo a pazienti compresi tra i 40 e i 65 anni, in cui promuovere un intervento attivo per la propria salute cardiovascolare. Considerando i risultati, il medico può dare suggerimenti per una vita più sana e per modificare i fattori di rischio su cui si possa intervenire. Nel caso di rischio elevato e di una notevole differenza tra età anagrafica e Età Vascolare, il Medico può suggerire visite specialistiche o ulteriori analisi.

Quali parametri utilizza

I parametri che la App per il calcolo dell’Età Vascolare richiede sono pochi e facilmente ottenibili: età anagrafica, sesso, fumo, pressione sistolica in mmHg e colesterolo totale in mg/dl.

I risultati forniti sono affidabili?

Per la validazione dell’App sono state impiegate diverse popolazioni di soggetti, distribuite fra il Centro e il Sud Italia, raccolti grazie alla collaborazione del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università di Pisa, dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana e del Dipartimento di Medicina Interna dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Messina. In totale sono stati raccolti i dati di 904 individui (77% maschi e 23% femmine; 38% fumatori), la cui età media anagrafica è risultata 54 anni, mentre l’Età Vascolare è risultata superiore (60 anni), con una differenza media tra l’Età Vascolare e l’età anagrafica del 12%. La differenza tra Età Vascolare e età anagrafica era particolarmente marcata nel sesso maschile (incremento medio di 7 anni, contro i 4 anni del sesso femminile). A questi valori corrispondeva un rischio cardiovascolare medio del 2,3%. In una sottopopolazione di 222 individui, inoltre, i dati sono stati correlati con dati strumentali che rappresentano dei marcatori di aterosclerosi e invecchiamento vascolare, quali l’Intima-Media Thickness e la Pulse Wave Velocity, che sono risultati significativamente correlati con l’Età Vascolare.

Come si installa?

L’ App è installabile su smartphone e tablet Android e iOS (Apple). Basta cercare la App “Età Vascolare” sul Google Play Store per i sistemi di Android e sul App Store per i sistemi iOS. La App è semplicemente installabile con un click e la sua semplicità aiuta ad installarla e utilizzarla su tutti dispositivi di Android e iOS.